Un libriccino nel quale si susseguono brevi storie in cui due parole inventate (una maschile e una femminile: Afo e Afa; Ago e Aga; Ana e Ano; Aro e Ara…) s’incontrano e, incontrandosi, si trasformano, come fossero persone: un libriccino ironico, insomma, sulla coppia.

 

Afa e Afo 

Afa aveva sempre caldo.
Andò al mare e incontrò Afo
Che, come la vide,
si trasformò in Scafo.
Ma, quando Scafo correva, l’Afa spariva
E così, Scafo, per non perdere la sua Afa,
se ne stette in mezzo la mare tutta l’estate
e, pian piano, per l’Afa, soffocò.

 

Cio e Cia

Cio avrebbe dato un occhio per Cia
E fu subito Guercio.

 

Ho e Ha 

 Ho era un ricco e arrogante industriale
che si trasformò ben presto in Io Ho;
Ha era la sua bella segretaria
in cerca di riscatto sociale
che, una volta sposato Io Ho,
divenne Lui Ha.